Quando si decide di dipingere la camera da letto, occorre partire da un’attenta considerazione della funzione rivestita dall’ambiente in questione. Si tratta infatti della stanza designata non solo ad accogliere le nostre ore di riposo, ma anche a darci il buongiorno al risveglio.

Come ben sappiamo la camera da letto rappresenta il cuore della casa, il posto più recondito in assoluto. Proprio per questo motivo quando si decide di tinteggiarla, occorre prima fare una disamina delle nostre aspettative, cercando però di non esagerare nel tentativo di trovare una soluzione troppo personale.

Il vero segreto di una camera da letto è proprio l’atmosfera che la distingue, un mix tra meditazione e intimità che dovrebbe essere tenuto ben presente quando si è chiamati a decidere i colori che dovranno caratterizzarla.

Dal blu al viola, passando per il verde

Tra i colori da prendere in considerazione, non va dimenticato il blu, considerato il vero e proprio simbolo dell’armonia. In questo caso le tonalità prescelte dovrebbero essere quelle declinanti nell’azzurro, colore che distingue elementi come acqua e cielo.

Perfettamente adattabile al bianco, l’azzurro può essere abbinato con motivi in grado di richiamare un mare in fase di bonaccia e complementi d’arredo adatti al tema, oppure sposato a un arredamento di stampo classico. Altro colore da valutare è il viola, evitando però di virare sulle versioni più decise e scure.

Si tratta infatti del colore che indica la spiritualità, tale da proporsi come l’ideale per chi cerca pace e un migliore rapporto con sé stesso e quindi molto gettonato per la camera da letto. Per chi preferisce delle soluzioni moderne per tinteggiare la zona notte, la scelta più giusta può invece essere il grigio o il verde.

Nel primo caso, risalta l’impressione di pulizia, oltre alla facilità con cui esso può essere accostato a bianco o nero, mentre per quanto concerne il verde, anche in questo caso siamo di fronte a una tinta che ha un preciso connotato psicologico, quello relativo all’autostima.

Tinteggiare: la necessità di un professionista

colori scegliere, tinteggiare, camera da lettoSi può tinteggiare la propria camera da letto anche optando per altre soluzioni altrettanto efficaci. Come ad esempio il rosa, colore molto versatile che può essere sfruttato in senso romantico, con il rosa antico, ma non solo.

Anche il giallo consente a chi lo adotta di sbizzarrirsi. E’ un colore solare e luminoso per eccellenza, che può dare ottimi risultati soprattutto ove se ne adottino toni sfumati o tendenti all’arancio. Infine il rosso, che però andrebbe maneggiato con estrema cura, cercando di privilegiare tonalità non troppo aggressive, a partire da vermiglione e terracotta.

Considerando il fatto che scelte troppo nette potrebbero dare risultati non proprio indimenticabili, quando si decide di tinteggiare la propria camera da letto sarebbe il caso di rivolgersi a un pittore professionista, il quale può dare il suo consiglio anche in base all’arredamento presente.



Gradiresti maggiori informazioni e ricevere fino a cinque preventivi gratuiti?

Sei un Imbianchino e vorresti trovare nuovi clienti? Vai qui

Quando si decide di dipingere la camera da letto, occorre partire da un'attenta considerazione della funzione rivestita dall’ambiente in questione. Si tratta infatti della stanza designata non solo ad accogliere le nostre ore di riposo, ma anche a darci il buongiorno al risveglio. Come ben sappiamo la camera da letto…

Recensione dell'articolo

Utilità - 92%
Pertinenza - 94%
Chiarezza - 96%

94%

Ottimo

Articolo esauriente sui colori da scegliere per tinteggiare la camera da letto

Valutazione Utente: Sei il primo!