Pitturare le pareti, il soffitto, o magari gli infissi della propria abitazione rappresenta un elemento assolutamente decisivo nel quadro di un generale rinnovamento degli ambienti, riuscendo peraltro a conferire loro un rinnovato senso di pulizia.

Di solito, chi lo fa, è spinto dalla voglia di dare una veste nuova alla casa, magari dando vita alla proiezione di un desiderio di rinnovare la propria vita e iniziare una nuova fase della stessa. Non a caso, i colori sono in grado di influire sulla nostra psiche, cosa che consiglia di studiare con molta attenzione l’esigenza che si va prospettando, per dare luogo ad una scelta realmente in grado di accontentare le proprie esigenze.

L’arte della tinteggiatura non è complicata, tanto da poter essere svolta non solo dai professionisti del settore, ma anche dai tanti amanti del bricolage e del fai da te, in particolare quelli provvisti di sufficiente manualità.

Tuttavia nel caso si vogliano raggiungere risultati importanti e in grado di costituire un valore aggiunto per la nostra abitazione il ricorso all’imbianchino è d’obbligo.

Le tecniche che presuppongono l’impiego del rullo o del pennello, magari per l’apposizione di una tinta monocromatica possono essere svolte in autonomia, ma se si passa a quelle più importanti, come la puntinatura, la velatura, il draggin, lo stucco veneziano o il tadelakt si entra in un campo minato.

In questi casi è consigliabile rivolgersi ai professionisti del settore, magari chiedendo il preventivo ad uno dei tanti che sono soliti offrire il loro servizio sul nostro portale. Su Preventivi.it è infatti possibile contattare imbianchini professionali che sono in grado di garantire un lavoro ottimale e il massimo di convenienza. La cosa importante da fare, in questo caso, è chiedere il maggior numero di preventivi in modo da mettere a confronto le varie proposte e procedere alla scelta di quelle più vantaggiose.

Dipingere una parete può rivelarsi un investimento ove si riesca a trovare professionisti in grado di mettere insieme qualità del servizio e convenienza della tariffa.

Le regole da rispettare per dipingere al meglio

Dipingere una parete è una cosa non difficile e anche abbastanza divertente, a patto di rispettare una serie di regole che possono agevolare l’operato anche di chi non sia mai misurato prima in tale lavoro. Un decalogo minimo di regole, non può esimersi dal comprendere le seguenti:

 

  • il lavoro andrebbe eseguito durante il giorno, così da vedere meglio il passaggio di ogni mano di pittura e poter aerare il locale. Una volta che ci sia impratichiti, si potrà pensare a lavorare anche con la luce artificiale;
  • la pittura deve sempre essere diluita nelle proporzioni indicate sulla confezione. In particolare non andrebbe mai diluita troppo, in quanto in tal modo può colare facilmente e disporre di poco potere coprente;
  • la pittura dev’essere diluita una sola volta per ciascun ambiente, in modo da evitare variazioni di tonalità. Al fine di miscelare acqua e pittura, occorre utilizzare un recipiente basso e largo, nel quale versare il quantitativo necessario di pittura, o almeno reputato tale dopo una stima preventiva, aggiungendovi quindi l’acqua e miscelando in modo continuativo, magari utilizzando a media velocità di rotazione un trapano dotato di frusta;
  • la tinteggiatura va fatta utilizzando pazienza e riservandosi il tempo necessario per completare le operazioni, se non si vuole dare vita ad un lavoro fatto male;
  • occorre iniziare e finire una singola zona, cercando di non fare colare gocce di tinta sul muro e, ove ciò accada, provvedere alla stesura immediata della pittura gocciolata sulla parete, tramite movimenti regolari;
  • se il lavoro in un momento iniziale potrebbe non convincere, non è il caso di spaventarsi, in quanto soltanto a pittura asciutta è possibile valutare appieno il risultato. Ciò dipende dal fatto che la pittura umida risulta molto più trasparente e di conseguenza molto meno coprente;
  • sono necessarie almeno due mani di pittura per una buona tinteggiatura, che possono diventare anche tre nel caso in cui il colore precedente sia forte e si desideri sovrapporlo con uno di tinta chiara. Una sola mano può essere consentita soltanto nel caso in cui la tonalità della vecchia e nuova pittura siano simili;
  • alla fine del lavoro conservare la pittura avanzata in barattoli di vetro (non di metallo, in quanto tendono ad arrugginirla), in quanto potrebbe tornare utile in caso di ritocchi sulle pareti resi necessari da eventuali macchie.

Le operazioni preliminari da fare

come dipingere, paretePrima di dipingere una parete, occorrerebbe mettere in atto alcune operazioni preliminari molto importanti, tese in particolare a mettere in sicurezza l’ambiente di lavoro.

Ad esempio evitando che gli schizzi di vernice possano raggiungere i mobili, i quadri, i tappeti o gli altri oggetti di arredamento, facendo danni magari irreparabili. Prima di iniziare a tinteggiare, è doveroso proteggere anche le superfici (in particolare quelle pregiate come il linoleum) e le porte. Di conseguenza, è indispensabile:

– coprire ancora con scotch-carta gli interruttori e le prese elettriche, oppure asportare le placchette coprifrutti e procedere allo smontaggio dei frutti stessi, cercando di evitare pericolose scosse elettriche;

– proteggere i lampadari avvolgendoli in teli o giornali, oppure smontarli e procedere ad avvolgere i cavi elettrici in vista con l’ausilio del nastro isolante;
– proteggere i termosifoni, provvedendo ad impacchettarli con carta da giornale fermata apponendo lo scotch;
– proteggere le superfici tramite teli di nylon o cartone, magari provando a sovrapporne più strati;
– procedere all’applicazione di strisce di scotch-carta intorno ai telai di finestre e porte, oltre che ai battiscopa;
– sgomberare del tutto il locale oppure radunare tutti i mobili al centro della stanza ricoprendoli con teloni oppure anche con strati di giornali. Ove il locale non sia abbastanza grande da consentire il raggruppamento dei mobili al centro della stanza in modo da ricavare una sorta di camminamento tutt’intorno alle pareti, tale da consentire facilità di movimento, si può invece sistemare i secchi di pittura e gli attrezzi facendo in modo che non sorga il pericolo di inciampare;

Una volta che siano state prese queste precauzioni, come dipingere una parete senza fare troppi danni sarà diventata una realtà.



Vorresti ulteriori informazioni e ricevere fino a cinque preventivi gratuiti?

Sei un Imbianchino e cerchi nuovi clienti? Clicca qui

Pitturare le pareti, il soffitto, o magari gli infissi della propria abitazione rappresenta un elemento assolutamente decisivo nel quadro di un generale rinnovamento degli ambienti, riuscendo peraltro a conferire loro un rinnovato senso di pulizia. Di solito, chi lo fa, è spinto dalla voglia di dare una veste nuova alla…

Recensione dell'articolo

Utilità - 73%
Pertinenza - 74%
Chiarezza - 77%

75%

Buono

Buon articolo su come dipingere una parete

Valutazione Utente: Sei il primo!